ATMOSFERE NATALIZIE IN ABRUZZO

4 giorni / 3 notti
Disponibilità : 08 - 11 Dicembre
In Bus da Fano
Abruzzo
Tuquitour > Europa > Italia > Abruzzo > ATMOSFERE NATALIZIE IN ABRUZZO

Mercatini di Natale e Transiberiana, il Trenino Storico d'Abruzzo

L'aquila - Pacentro - Sulmona - Santo Stefano di Sessanio - Grotte di Stiffe
08 - 11 Dicembre 2022 | Con BUS da Fano

Un viaggio nel cuore d’Abruzzo fra borghi storici e antiche tradizioni, avvolti nella magica atmosfera dei mercatini e del Trenino di Natale. Scorri e scopri il programma nel dettaglio.

Dettagli di Viaggio

DURATA

4 giorni / 3 notti

TRAFERIMENTO

In Bus da Fano con partenza dal parcheggio di Via della Giustizia, 1 (zona cimitero – licei)

SISTEMAZIONE

n. 3 notti in Hotel 3* a L’Aquila con trattamento di mezza pensione (dalla cena del primo giorno alla colazione del quarto giorno).

 

ESPERIENZE

  • Visita guidata a LAquila
  • Visita guidata a Pacentro
  • Visita guidata a Sulmona
  • Visita guidata a Santo Stefano di Sessanio
  • Visita guidata alle Grotte di Stiffe
  • Viaggio sulla Transiberiana d’Abruzzo da Sulmona a Roccaraso A/R con soste ai mercatini
  • 1 pranzo tipico abruzzese

DATE

08 – 11 Dicembre 2022

LA QUOTA INCLUDE

  • Trasferimento in Pullman GT da Fano
  • n. 3 notti in Hotel 3* a L'aquila in mezza pensione
  • Visite guidate a: L'aquila, Pacentro, Sulmona, S. Stefano di Sessanio, Grotte di Stiffe
  • Esperienza della Transiberiana d'Abruzzo Sulmona-Roccaraso A/R
  • 1 Pranzo tipico
  • Accompagnatore Tuqui Tour

LA QUOTA NON INCLUDE

  • Supplemento camera singola € 95,00
  • Tassa di soggiorno, mance, extra e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota include”
IL PROGRAMMA DI VIAGGIO

1 Giorno - 08 DicembrePARTENZA / L'AQUILA

Dopo pranzo incontro con la guida e visita della città. Fondata dagli Svevi nel 1254 come città fortificata, non lontano dalle rovine dell’antica Amiternum, la città divenne libero comune dalla seconda metà del XIII sec. e, dopo Napoli, la principale città del regno angioino grazie alle sue attività produttive (lana, seta, merletti e zafferano) ed al suo ruolo di grande centro culturale, avente uno “Studio Generale” e numerose tipografie.

Secondo la tradizione furono 99 i castelli che si unirono per formare la città ed ognuno di essi volle avere la sua piazza con relativa chiesa e fontana. Ricchissima di monumenti, fra cui vanno citati la singolare fontana delle 99 cannelle (così detta dal numero di mascheroni che la compongono) e la basilica di Santa Maria di Collemaggio fondata nel 1287 dai monaci celestini, massimo esempio della singolare architettura a coronamento orizzontale, che caratterizza le chiese romaniche dell’Abruzzo interno. Dove sono custodite le spoglie di San Celestino V ideatore della Bolla del Perdono e da lì la meravigliosa festa della Perdonanza divenuta Patrimonio Immateriale dell’Unesco. Inoltre visiteremo la Basilica di San Bernardino, la Chiesa di Santa Maria del Suffragio, dinanzi Piazza Duomo, e il Forte Spagnolo. Abitualmente in questo periodo dell’anno la città è tutta illuminata. Ci saranno in questo periodo i mercatini di Natale in casette di legno appositamente allestite con prodotti tipici, artigianato, addobbi natalizi ecc. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2 Giorno - 09 DiembreTRANSIBERIANA

Dopo colazione, partenza per la Stazione FFSS di Sulmona, da dove partirà alle 10,30 il Treno della Transiberiana, la linea più alta dell’Appennino. Il treno si inerpica fino ai paesi dell’Alto Sangro, effettuando delle soste nelle stazioni intermedie allietate da eventi e mercati natalizi nelle zone di Roccaraso e Campo di Giove. Pranzo libero. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3 - 10 DicembrePACENTRO E SULMONA

MATTINA: Prima tappa presso il borgo di Pacentro. L’antico centro abruzzese è posto all’interno del Parco della Majella e si annuncia da lontano con le torri del suo Castello di Cantelmo-Caldora, antica fortezza alle pendici del Monte Morrone. Il borgo di Pacentro si raccoglie attorno alla Piazza del Popolo con la sua monumentale fontana seicentesca e con la quattrocentesca Chiesa di Santa Maria Maggiore.

La leggenda vuole che il borgo sia stato fondato da Pacinus, eroe troiano che lasciato Enea sulle rive del Tevere si inoltrò per il Sannio e arrivato ai piedi del Monte Morrone vi fondò Pacentro. Oggi l’antico borgo conserva intatto tutto il suo fascino e custodisce gelosamente i suoi preziosi tesori tutti da scoprire e ammirare. Nel periodo di Natale generalmente vengono allestiti oltre 50 stand allestiti in casette di legno appositamente progettate e nei portoni delle case storiche, che ospiteranno artisti e artigiani locali, stand enogastronomici, Official Store, la casa di Babbo Natale, animazione e musica. Pranzo libero.

POMERIGGIO: Sulmona, visita guidata della città nota in tutta il mondo per la sua tradizione della produzione dei confetti. Infatti sarà possibile la visita del Museo dell’Arte e della Tecnologia Confettiera e l’assaggio presso la più famosa fabbrica della città. Situata nel Parco Nazionale della Majella, è considerata uno dei centri più belli della Regione, patria natale di Ovidio, nel centro storico sarà possibile ammirare la bellezza del Palazzo della SS.ma Annunziata, dell’Acquedotto medievale, di Piazza Garibaldi, della Cattedrale di S. Panfilo e di diversi monumenti di notevole interesse. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 4 - 11 DicembreS. STEFANO DI SESSANIO - STIFFE / RIENTRO

Colazione in struttura e rilascio delle camere. Incontro con la guida e partenza per il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga dove visiteremo Santo Stefano di Sessanio, dove potremo scoprire i fasti delle Terre della Baronia, rese ricche dall’allevamento ovino, patria della Transumanza. L’antico splendore di questi luoghi è ancora visibile nell’eleganza dei decori delle abitazioni, negli stemmi importanti come quello dei Medici. Ci perderemo nel dedalo di vicoli, scale, archi e strettoie che nei millenni hanno aiutato gli abitanti di questi luoghi a configgere il freddo. Senza dimenticare che Santo Stefano è famosissima per la coltura delle lenticchie.

A seguire visiteremo le Grotte di Stiffe (Parco Regionale Sirente Velino). Le grotte sono una “risorgenza”, cioè il punto in cui un fiume torna alla luce dopo un tratto sotterraneo; nel caso di Stiffe questo punto è situato all’apice della forra che sovrasta il piccolo paese omonimo. L’inghiottitoio attraverso il quale il torrente entra nella montagna è all’interno del Parco Regionale Sirente Velino che si estende fino alla risorgenza. Non c’è una data in cui sono state scoperte, in quanto risultano conosciute da tempo immemore. Nel sottosuolo la natura selvaggia ha creato una grotta di rara bellezza con rapide, spettacolari cascate e fiabesche stalattiti. E’ l’unica grotta “attiva” turistica d’Italia.

Per finire un pranzo tipico abruzzese e poi partenza per il rientro.

Gallery

SUPPLEMENTI E RIDUZIONI

Supplemento singola € 95 per l’intero soggiorno
Riduzione bambini (0-10 anni non compiuti): – € 80,00
Riduzione adulti in 3° e 4° letto: – € 30,00

Viaggio al completo. Iscrizioni chiuse.